I Sogni di Peter

videodiario di andrea.prof in forma di blog

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Dove ti trovi?

Good Idea Bad Idea

Good Idea Bad Idea

Giorni di ...crisi?

E-mail Stampa PDF

 

"La fusione di competitività globale e di disintegrazione sociale non è una condizione favorevole alla costituzione della libertà" (Ralf Dahrendorf, Quadrare il cerchio, Ieri e oggi, Laterza 2009)

"Perchè è indispensabile investire subito risorse adeguate per favorire un circolo virtuoso tra innovazione, cultura ed educazione." (Angelo Scola, Il Sonno della Ragione e il Primato del Lavoro, in Lezioni per il futuro, Biblioteca Multimediale de Il Sole 24 Ore 2009)

"Il risultato è che i manager orientano la gestione a breve, trascurano l'innovazione, non considerano i lavoratori e la loro qualificazione un asset centrale delle imprese, si fanno meno problemi a licenziare e incrementano le disuguaglianze sociali." (Carlo Trigilia, Il Liberismo non può essere un cliché, in Lezioni per il futuro, Biblioteca Multimediale de Il Sole 24 Ore 2009)

"Siamo indotti a cercare, come Ulrich Beck ha causticamente osservato, soluzioni personali a acontraddizioni sistemiche; cerchiamo la salvezza individuale da problemi comuni." (Zygmunt Bauman, Voglia di comunità, Laterza  2001)

 

Non è la prima volta che mi trovo a parlare di crisi, quest'anno...

In realtà era un po' che sentivamo, di tanto in tanto, qualche voce che si sollevava per protestare contro meccanismi viziati e viziosi del mercato che non erano giustificati da nulla se non da una ricerca del profitto diventata fine assoluto e non più mezzo di espansione e di crescita.

Oltre ai soliti critici di oltre-muro, resi poco credibili per effetto della grande scommessa che avevano perso contro la storia, vi erano anche nuove voci inquietantemente vicine ai vincitori, ad avvisare di quello che stava succedendo: chi aveva (per meriti o fortuna) accumulato grandi fette di ricchezza, non aveva nessuna intenzione non solo di rinunciare ad esse, ma anche di rinunciare alla grande impennata degli scorsi decenni.

E quindi, in un mondo in cui la torta non cresceva a ritmi vertiginosi e le risorse sono purtroppo spesso limitate ed esauribili, la tendenza era quella di pensare ad un mondo sviluppato sempre più sviluppato, e ad un mondo non sviluppato (o, ironia della sorte, così sfigato da essere proprio “in via di sviluppo” quando il concetto stesso di “sviluppo” veniva messo in discussione) destinato ad “attendere il proprio turno”.

Conti senza l'oste? Miopia? Egoismo del singolo che tendeva a superare ogni egoismo tollerabile dai mercati?

Gli attori economici hanno così preferito ignorare quelle cose (morale, solidarietà, idea di “giusto guadagno”) in nome di un comprensibile, ma insostenibile, “finché vinco gioco”.

Ultimo aggiornamento Giovedì 24 Settembre 2009 22:42 Leggi tutto...

40 anni sulla Luna

E-mail Stampa PDF

20 luglio 1969 - 20 luglio 2009


"That's one small step for [a] man, one giant leap for mankind."


"Questo è un piccolo passo per un uomo, ma un grande balzo per l'umanità."


(Neil Armstrong)


"Here Men From Planet Earth
First Set Foot Upon the Moon
July 1969 A.D.
We Came in Peace For All Mankind."

"Qui uomini dal pianeta Terra
fecero il primo passo sulla Luna
Luglio, 1969 d.C.
Siamo venuti in pace per tutta l'umanità."

(testo della placca con disegnati i due emisferi terrestri e firmata dai due astronauti
e da Nixon, posta nei pressi della zona di allunaggio vicino alla bandiera USA)

 

Bootprint from Wikipedia Melies from Wikipedia

Ultimo aggiornamento Venerdì 28 Agosto 2009 19:31

10 anni dal massacro di Columbine H.S.

E-mail Stampa PDF
Il massacro della Columbine High School fu un grave fatto di cronaca nera, avvenuto il 20 aprile 1999 negli Stati Uniti, che coinvolse alunni e insegnanti di una scuola superiore del distretto amministrativo di Columbine, non lontano da Denver (Colorado): due studenti della Columbine High School, Eric Harris e Dylan Klebold, si introdussero nell’edificio armati e aprirono il fuoco su numerosi compagni di scuola e insegnanti.
Al termine della sparatoria rimasero uccisi 12 studenti e un insegnante, mentre 24 furono i feriti, compresi 3 che erano riusciti a fuggire all’esterno dell’edificio.
I due autori della strage morirono suicidi a loro volta, asserragliati all’interno della scuola dopo che la polizia era intervenuta a circondare la zona.
(da Wikipedia)

La stima finale delle vittime del massacro fu:

  • 13 persone uccise di cui
    • 12 erano studenti
    • 1 era un insegnante
  • 24 studenti feriti
  • 3 studenti feriti provando a scappare da scuola
  • Harris e Klebold si suicidarono circa quarantacinque minuti dopo l'inizio del massacro
Ultimo aggiornamento Mercoledì 20 Maggio 2009 15:35 Leggi tutto...

Siamo sicuri di avere bisogno del Mago di Oz?

E-mail Stampa PDF
...forse basterebbe avere un po' più di fiducia in noi stessi...
 
"- Comunque, - disse lo Spaventapasseri, - chiederò un cervello invece di un cuore, poiché uno sciocco non saprebbe cosa farsene di un cuore, se ne avesse uno.
- Io cercherò di avere un cuore, - ripeté il Boscaiolo di Latta, - poiché il cervello non rende felici, e la felicità è la migliore cosa al mondo." (L.F.Baum)

 

La tentazione di sentirsi incapaci di aspirare alla felicità è tanta...

...ma non abbiamo alibi: noi abbiamo già avuto un cervello e un cuore!

Ultimo aggiornamento Giovedì 28 Maggio 2009 18:54

Prima della partenza... a F.

E-mail Stampa PDF
"Profeta di Dio, in cerca del massimo, a lungo hai scrutato l'orizzonte spiando l'arrivo della tua nave.
E ora la tua nave è arrivata e tu devi proprio andare.
Immerso nella nostalgia per la terra delle tue memorie e dimora dei tuoi più grandi desideri, il nostro amore non ti frenerebbe, nè le nostre esigenze ti tratterrebbero.
Però questo ti chiediamo prima che tu parta, che tu ci parli e ci trasmetta la tua verità.
Noi la doneremo ai nostri figli, e questi ai loro figli, ed essa non perità.
Nella tua solitudine hai osservato i nostri giorni e nella veglia hai ascoltato il pianto e il riso del nostro sonno.
Ora perciò svelaci a noi stessi e dicci tutto quello che ti è stato rivelato di ciò che sta tra la vita e la morte."
Kahlil Gibran (1883 - 1931) - Il Profeta (1923)

Pagina 2 di 4

You are here: Good Idea Bad Idea