I Sogni di Peter

videodiario di andrea.prof in forma di blog

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Dove ti trovi?

Blog

Blog

DOC! DOC! - Rassegna di documentari a tema ambientale

E-mail Stampa PDF

Lunedì 12 novembre, presso la nuovissima Casa della Natura, il Centro Visite dell'Oasi di San Gherardo, è iniziata la rassegna Doc!Doc!, un ciclo di cinque proiezioni a tema ambientale organizzato da una rete di associazioni composta da AcerBo, Le Nuvole, Legambiente (Circolo Setta Samoggia Reno), Slow Food Bologna e Marakanda, con il patrocinio della Città di Sasso Marconi, e con il contributo di Nigelli Imballaggi, GF Automazioni e il Baule Volante. La direzione artistica è di Ruggero Pini, giovane videomaker dell'Associazione Culturale AcerBo.

Tanti gli elementi di novità. A partire proprio dalla rete di associazioni che hanno ideato, organizzato e promosso la cosa. E che stanno cercando di mandare un messaggio concreto: collaborare è possibile, e in questi momenti di difficoltà è anche doveroso (oltre ad essere un segnale di responsabilità). Inoltre, anche la scelta di concentrarsi sui documentari è una novità per il panorama sassese.

Robert Redford, fondatore del Sundance Film Festival, il più grande festival di cinema indipendente degli Stati Uniti, ha recentemente dichiarato che il documentario è diventato l'unico medium capace di raccontare la realtà in maniera efficace e poetica.

Inoltre, il numero di documentari inseriti nelle selezioni ufficiali dei festival di cinema internazionali sta aumentando esponenzialmente: sono stati addirittura 11, ad esempio, nell'edizione del Festival di Venezia 2012 (e di autori come Spike Lee, Michael Mann e Jonathan Demme).

Ed è proprio partendo dalla consapevolezza che il documentario ha oggi un valore cruciale per la cultura, l'educazione e l'informazione, che gli organizzatori hanno deciso di presentare una rassegna di documentari d'autore a tematica ambientale.

La proiezione de Il suolo minacciato, che ha aperto la rassegna, ha visto una buona partecipazione di pubblico, nonostante le difficoltà climatiche. E il pubblico presente ha dimostrato un grande interesse ed una grande attenzione non solo durante la proiezione del filmato, ma anche durante l'articolato dibattito che si è sviluppato dopo la proiezione. Il tema del consumo del territorio, e del processo di cementificazione selvaggia che la cosiddetta “Food Valley” (soprattutto la zona di Parma) ha subito nel corso degli ultimi 2 decenni, ha dato la possibilità di riflettere su temi estremamente attuali, quali il consumo di territorio, l'acquisto consapevole e sostenibile, la valorizzazione dell'ambiente e dei prodotti locali, i criteri di costruzione di PSC comunali (quello che un tempo veniva detto “piano regolatore”, più o meno), la speculazione edilizia.

Alla fine di ogni proiezione, infatti, sono stati invitati gli autori (o altre figure vicine alla realizzazione dei progetti) per raccontare la propria esperienza, concludendo la serata con un rinfresco informale con prodotti a Km 0, durante il quale si potranno scambiare idee e suggestioni.

I documentari selezionati permetteranno di affrontare una molteplicità di aree tematiche inerenti la sostenibilità ambientale come: energia, ecostistemi, biodiversità, rapporto uomo-ambiente, cambiamenti climatici, efficienza energetica, consumi consapevoli di economia solidale, salute, agricoltura, alimentazione ecc.

L'infoline è: 328 0596653, Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

PROGRAMMA COMPLESSIVO:

LUNEDì 12 NOVEMBRE, h.21.00 - Il suolo minacciato di Nicola Dall’Olio, 2009

Negli ultimi anni nella pianura padana si sono perduti migliaia di ettari di suolo agricolo ad opera di una dilagante espansione urbana ed infrastrutturale. Il film mostra senza veli quanto sta accadendo al territorio e al paesaggio evidenziando l’importanza di preservare una risorsa finita e non rinnovabile come il suolo agricolo.

LUNEDì 19 NOVEMBRE, h.21.00 - Modena3 di Gabriele Veronesi, 2011

Documentario d’inchiesta sul consumo di suolo a Modena. Il documentario cerca di capire le reali ragioni di uno sviluppo forzato della città, non omogeneo e soprattutto non condiviso da gran parte della cittadinanza. Una storia locale che parla di politica e di futuro.

LUNEDì 26 NOVEMBRE, h.21.00 - I lavoratori vanno ascoltati di Christian Tito, 2012

Un cantiere siderurgico particolare, l’Ilva di Taranto, per rappresentare la fabbrica come simbolo d’oppressione universale della nostra epoca. La poesia come mezzo per tentare di restituire voce e dignità a chi ha vissuto l’esperienza della fabbrica ed è rimasto segnato da una vita di lavoro in essa.

LUNEDì 03 DICEMBRE, h.21.00 - Genuino Clandestino di Nicola Angrisano, 2011

Mentre la burocrazia bandisce dal mercato migliaia di piccoli produttori, il consumatore continua a subire modelli di produzione del tutto inadeguati a garantire genuinità ed af­fidabilità dei cibi. Insu^tv racconta la realtà di “Genuino Clandestino”, spaziando fra temi come democrazia del cibo, sviluppo economico, salvaguardia dell’ambiente e accesso alla terra.

LUNEDì 10 DICEMBRE, h.21.00 - Gente di Terra Madre di Paolo Casalis e Stefano Scarafia, 2008

Emozionante viaggio all’interno del meeting di Terra Madre 2008, dove contadini, cuochi, pescatori, accademici, allevatori e produttori di tutto il mondo si incontrano per discutere di cibo e ambiente. Gente di Terra Madre fa emergere la volontà di superare le logiche di profitto e lo spaventoso divario economico tra paesi sviluppati e terzo mondo.

 

docdoc

Ultimo aggiornamento Giovedì 27 Dicembre 2012 16:14

Pupi Avati cittadino di Sasso?

E-mail Stampa PDF

Al Sindaco della Città di Sasso Marconi,

Alla Giunta,

Al Consiglio Comunale tutto.

 

OGGETTO: Pupi Avati cittadino onorario di Sasso Marconi.

 

Giuseppe Avati, a tutti noto come “Pupi”, è nato a Bologna nel 1938. E' un regista e sceneggiatore pluripremiato e pluridecorato, che ha saputo attraversare con risultati anche molto apprezzati quasi tutti i generi cinematografici, dal noir al drammatico, dalla commedia (più o meno musicale) all'horror. Produce film, scrive, ed ama la musica.

Il regista ha sempre avuto un rapporto molto speciale con Sasso Marconi. Qui la sua mamma veniva a trovare le sue zie, una parte delle sua famiglia a cui era molto legata. Qui i suoi genitori si sono conosciuti. Qui ha girato varie sue pellicole.

Credo che in tanti ricordino con piacere, ad esempio, il fermento in occasione del casting di quel Testimone dello sposo (uscito nel 1997, con la partecipazione di Diego Abatantuono, Ines Sastre e tanti nostri concittadini in ruoli più o meno secondari) che ci ha fatto sorridere e commuovere allo stesso tempo.

Il 13 ottobre Pupi Avati era a Sasso Marconi, per partecipare all'assegnazione dei Premi dedicati a Nik Novecento di quest'anno.

E' stato un vero piacere vederlo, insieme al fratello Antonio, sul palco del Teatro di Sasso Marconi. Era un po' che non li vedevamo, da queste parti. Ed è stato un piacere sentire annunciare dalla sua viva voce che il prossimo inverno verrà messa in onda sulle reti nazionali la fiction Un matrimonio, con Christian de Sica e Micaela Ramazzotti, che prende ispirazione dalla storia d'amore dei suoi genitori, che proprio a Sasso Marconi ha preso l'avvio.

E anche l'affetto per Nik Novecento, al secolo Leonardo Sottani, nostro concittadino di Borgonuovo scomparso il 15 ottobre 1987, rappresenta un segno importantissimo della relazione di Pupi Avati con Sasso Marconi. E gli interventi di Pupi ed Antonio che hanno preceduto la consegna dei Premi ce l'hanno fatto risentire, in modo chiaro ed inequivocabile.

Non so se qualcuno ha mai formalizzato la proposta di candidare Pupi Avati alla cittadinanza onoraria di Sasso Marconi. So che in tanti a Sasso lo vorrebbero, e so che in tanti da Sasso si augurano da tempo che possa succedere.

Vorrei cogliere l'opportunità offertami dal mio ruolo di Consigliere Comunale per farmi portavoce di questa richiesta, e per chiedere al Consiglio Comunale di esprimersi in merito alla proposta di insignire il regista della cittadinanza onoraria di Sasso Marconi.

Un saluto a tutti.

Sasso Marconi, 23/10/2012

 

Andrea Micheletti

 

 

 

“Cercate veramente i vostri talenti. Io ho speso dodici anni della mia vita nell’illusione di diventare un grande musicista, per poi scoprire dal confronto con Lucio Dalla che suonava meglio di me, quale differenza sostanziale c’è tra avere talento e non averlo. Io avevo molta passione, molta caparbietà, ero molto serio, studioso mi applicavo molto, ma non avevo talento per la musica; allora mi sono rifugiato nel mondo dei surgelati, nell’illusione che i sogni fossero tutti nel risparmio, che non avrei mai potuto ambire ad una professione in qualche modo straordinaria e vedere realizzati i miei sogni.

Poi mi sono ritrovato nell’oceano dei film, ed ho rimesso in moto impunemente un meccanismo di aspettative ed attese. Mentre la musica non mi riamava quanto io l’amavo, il cinema ha risposto in modo diverso alla mia dichiarazione d’amore.”

Intervento di Pupi Avati, il 25 Ottobre 2010

Aula 1, Facoltà di Economia – Sapienza Università di Roma.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 02 Gennaio 2013 18:46

Con la vacanza in Salento ho fatto un giro dentro me

E-mail Stampa PDF

21 settembre, come da previsioni. Anzi, ad essere precisi, è passata da poco la mezzanotte del 22. E siamo appena rientrati da quella che probabilmente ricorderò come una delle vacanze migliori della mia vita. Posti meravigliosi, gente splendida, in compagnia di una persona davvero speciale…

Vacanza? Forse, più che altro, viaggio. Un viaggio del corpo e dell'anima...

Perché sono sempre più convinto che ci siano persone che hanno bisogno di vacanze e persone che hanno bisogno di viaggiare. Ed io, con tutto il rispetto per i vacanzieri, è di sentirmi in viaggio che sento la necessità!

Stanco nelle membra per i 3.134 km e 500 metri percorsi nei 10 giorni. Ma rinfrancato nello spirito. Con il sole dentro.

...e nulla mi ha massacrato come questi ultimi 500 km che da Casalbordino ci hanno riportato a casa! Non tanto per la lunghezza, visto che all'andata ne abbiamo fatti esattamente il doppio, in tirata unica, quanto piuttosto per la direzione. Una forte sensazione di muoversi in direzione “sbagliata”. Come quando vai contro vento...

Tante le cose che abbiamo visto. Le persone con cui abbiamo parlato. I pensieri che hanno attraversato la nostra mente. I momenti che, ne sono certo, ricorderemo per sempre.

La bellissima spiaggia bianca allungata verso Punta Prosciutto e il caffè con pasta di mandorle di Specchia, Torre Pali, immersa nel mare, le serate a cucinare e a giocare con i cani del nostro padrone di casa, gli spruzzi di Acquaviva e delle scogliere davanti a Santa Cesarea, il santuario alla fine del mondo, la Masseria Selvaggi con i sui ulivi e i suoi tramonti rasserenanti, la bellissima Otranto e la bianca Ostuni, il pranzo da Cibus a Ceglie e la cena da Francesca a Matera. Matera... forse l'esperienza di viaggio più bella che abbia mai fatto.

Non ho mai creduto alla superiorità del Nord, neppure per un minuto della mia vita. Ma ho sempre visto un sacco di limiti, in tanti problemi che ero abituato a vedere soprattutto a Sud. Criminalità organizzata ed elusioni su tutto. Ma anche una certa resistenza al cambiamento e alla penetrazione della legalità. Un certo incancrenirsi dei rapporti personali e di potere.

Poi i problemi che sembravano tipicamente del Sud si sono diffusi ovunque. Con la complicità di tutti. E gli aiuti sbandierati per superarli hanno preso giri troppo strani per essere efficaci.

E adesso che l'Italia intera sprofonda nell'indolenza, nella criminalità dei notabili beccati con le mani sporche di marmellata, nella resistenza ad un equilibrio nella decrescita, nei problemi legati alla difficile congiuntura economica-politica-produttiva-culturale-cazzi-e-mazzi ...forse è ora di fermarsi davvero a ripensare ad un po' di equilibri.

Ma usciamo dai massimi sistemi, se no si rischia di generalizzare in modo abbastanza sterile.

Una serata in veranda a chiacchierare, con davanti un caffè freddo. Di fronte a me un ragazzo di qualche anno più grande di me, laureato in Giurisprudenza ad Urbino. Che ha scelto di rinunciare alla professione (“a Bologna ci sono più avvocati che cassonetti” e “da queste parti anche se hai la terra non è detto che tu sia tecnicamente ricco e che tu abbia la possibilità di aprire uno studio...”). Che ha ripreso la casa di famiglia, gli ulivi, e sta cercando di utilizzare il reddito proveniente dall'ospitalità per bilanciare gli alti e bassi delle produzioni agricole e per avere qualcosa da reinvestire nel miglioramento ed ampliamento dei servizi.

 

Ultimo aggiornamento Martedì 13 Novembre 2012 15:38 Leggi tutto...

Festa di San Lorenzo 2012 - COMUNICATO

E-mail Stampa PDF

Dal 10 al 16 settembre si rinnova il consueto appuntamento con la Festa della Madonna Addolorata, la tradizionale festa della Parrocchia di San Lorenzo di Sasso Marconi (BO). La struttura dei festeggiamenti rimarrà, in linea di massima, quella ormai collaudata da anni di tradizione, con qualche significativa novità.

Lunedì 10 settembre sera (ore 20.45) si segnala l'incontro organizzato dai giovani della Parrocchia con don Massimo D'Abrosca, Parroco di Borgonuovo, dal titolo “Noi, Cristiani nel 2012”. Durante l'incontro, aperto a giovani e meno giovani si vorrà puntare l'attenzione su cosa possa significare al giorno d'oggi essere cristiani, fare parte di una Comunità, che è particella della Chiesa Universale. Capire come possa avere ancora senso parlare di Fede in un mondo alle volte fin troppo "liquido" per confrontarsi con aspirazioni di eternità. L'incontro è particolarmente indicato per giovani dai 14 anni in su, ma è assolutamente aperto a tutta la Comunità di San Lorenzo e agli interessati delle comunità vicine.

Venerdì 14 il weekend di festeggiamenti inizia con la serata Hip and Rock, giunta quest'anno alla sua seconda edizione. Dopo il successo dello scorso anno, si è deciso di replicare la struttura dell'evento, che vedrà alternarsi sul palcoscenico musicisti, ballerini e artisti di vario genere.

Sono previste esibizioni dei bravissimi e pluripremiati Swoosh Jumpers (gruppo hip hop della Scuola di Danza Ensemble di Sasso Marconi), di una rappresentanza di allievi della scuola A Passo di Danza di Calderino, dei Dotto di Botallo, degli Absolut Red, dei God By, del trio Angeli & Demoni, e di altri artisti ed animatori.

I Dotto di Botallo sono un gruppo vocale rockabilly nato nell'estate del 2012 che propone un brevissimo repertorio di cover pop rock riarrangiate in uno stile Anni '50. La formazione verrà in un futuro prossimo ampliata con una sezione di fiati. Nel loro palmarès si annovera un prestigiosissimo secondo posto al SassFactor 2012.

Gli Absolut Red sono una band di quattro giovani sassesi conosciutisi in un'estate ragazzi di ormai qualche stagione fa. Da allora suonano abbastanza spesso dal vivo in giro per la provincia di Bologna. Scrivono ed eseguono proprie canzoni, nelle quali ripongono massima fiducia: entro il 2012 è in programma l'uscita del loro primo album, completamente autoprodotto (e fatto in casa).

I God By oltre ad essere una Church Rock Band (o almeno ci provano) hanno una missione: portare il rock nei canti liturgici! Quante volte sarete stati ripresi dal vostro Parroco:"o cantiamo tutti o non cantiamo". I God By con il loro Church Rock vi faranno anche pogare!

La serata inizia alle 19.30 con un interessante Happy Hour, a base di porchetta e birra, accompagnato da animazione latina e balli di gruppo, per poi entrare nel vivo delle esibizioni alle 20.30.

Sabato 15 sarà di scena la Banda Bignardi di Monzuno, diretta dal Maestro Alessandro Marchi, che accompagnerà la processione da via dell'Orologio (dopo la S. Messa delle 18.00), e che si fermerà poi in parrocchia per esibirsi alle 20.30 nel suo ormai collaudato e variegato repertorio, che va, come amano ricordare, “dal Barocco al Musical”, comprendendo anche il miglior repertorio cantautorale italiano.

Domenica 16 è la serata dei Folk Music Trio, che, a partire dalle 18.00, accompagneranno gli ospiti fino al grande spettacolo pirotecnico delle 23.00, con cui si chiuderà anche quest'anno la settimana di festa.

Da venerdì a domenica sarà attivo sia il servizio ristoro che la pesca di beneficienza.

Si consiglia di prendere visione del programma per i dettagli organizzativi della settimana, per gli orari delle celebrazioni liturgiche, e per le iniziative qui non espressamente citate.

Ultimo aggiornamento Venerdì 28 Settembre 2012 15:37

2011-2012

E-mail Stampa PDF

Come promesso, proprio in questi giorni in cui la mente cerca di inseguire qualche nuova idea per il prossimo anno, ripercorrendo luci e ombre dell'anno scorso, ho riordinato un po' i materiali utilizzati negli incontri.

Come sempre, non si tratta di tutti i materiali: se avete qualcosa che vi fa piacere aggiungere, basta segnalarlo!

In ogni caso, è stato davvero un anno molto bello ...ma mai come il prossimo!

Buone vacanze estive a tutti!

andrea.prof

 

MATERIALI INCONTRI 2011-2012

 

Dell'incontro a 4 voci per avviare la fusione tra i due gruppi ne abbiamo già parlato in maniera diffusa.

Altri incontri sono stati fatti per preparare questa intensa Estate Ragazzi.

Ma direi che un'idea del lavoro svolto nel corso dell'anno ci sia!    :)

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 28 Settembre 2012 15:37

Pagina 4 di 14

You are here: Blog