I Sogni di Peter

videodiario di andrea.prof in forma di blog

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Dove ti trovi?

Articoli Autori Registrati / Articoli Amici / A dispetto del tempo che passa...

A dispetto del tempo che passa...

E-mail Stampa PDF

Quel pomeriggio del 1990 mi stavo proprio annoiando...

Cosa fare per ammazzare il tempo? Magari una suonatina con Samu, lui che ha cominciato a strimpellare proprio bene con quella chitarra elettrica. Lui suona e io ci canto sopra...

Fra l'altro oggi ci sarà anche quel suo amico pure lui chitarrista, Andrea Micheletti.

Mi è capitato di vederlo in diverse occasioni. Tipica espressione del secchione! Chissà come gli sarà venuto in mente di approcciarsi alla chitarra elettrica, strumento per rockettari di razza!!! Lo vedrei meglio a suonare l'organo un chiesa! Mah... Staremo a vedere...

La taverna di Samu Cassani mi è sempre piaciuta un sacco; lì si respirava davvero la musica! Così raccolta, piena di strumenti, e soprattutto con un padre che, anzichè urlare di suonare con le cuffie per non dare fastidio, ti accompagnava alla batteria mentre tu ti perdevi nelle note di un assolo alla chitarra o alla tastiera.

- Ciao, Dennis! -

- Piacere Andrea! Facciamo un po' di teppa? -

- Alla Grande! -

Cavolo! Se la cava niente male! E non sembra affatto un tipo casa-chiesa, anche se poi lo è davvero!!!

Così conobbi colui che avrei poi soprannominato Prof, soprannome, no, anzi, nome che ad oggi ancora viene pronunciato giornalmente mille volte da tutti...

Da lì a breve, un bar che ormai non esiste più da tempo fu teatro della nascita di un'amicizia intensa fra due persone...

E che, a dispetto del tempo che passa, non subisce affatto i suoi effetti rugginosi...

(D.M.)

Commenti (1)
Serve un commento?
1 Martedì 02 Giugno 2009 14:40
andrea.prof
Ricordo quel pomeriggio come se fosse ieri.
La Giannini bianca, la mia nuova Ibanez (quel simpatico rottame che mi accompagna tuttora), la sterminata collezione di CD di Samu, i numeri di Chitarre e Guitar Club comprati più o meno consapevolmente in società, Vasco, i Dire Straits, qualche intermezzo con U2 e Pink Floyd...
Qualche anno è passato, tra periodi di maggiore e minore vicinanza, ma di ruggine neppure una traccia!
Nient'altro da dichiarare ...quasi commosso.
andrea.prof

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Titolo:
Commento:
You are here: Articoli Autori Registrati / Articoli Amici / A dispetto del tempo che passa...